RICHARD YOUNGS / DAMON & NAOMI ORE 18.00

18 dicembre 2011

IMPERDIBILE doppio concerto Domenica 18 Dicembre alle ore 18,00
seguito alle 20,00 dalla mitica ZUPPA e da un imprevedibile buffet.
Essendoci solo 50 posti disponibili è necessario prenotare responsabilmente.
INGRESSO € 20.00

"RICHARD YOUNGS è una della menti più geniali - la più geniale - del rock inglese non allineato. Improvvisata, minimalista, cantautorale, progressive, folk, elettronica, sperimentale: non c'è musica in cui egli non si sia misurato" (Stefano Isidoro Bianchi, Blow Up)
Produzione vasta, quella di Richard Youngs, diasporica e per certi versi illogica così come dovrebbe probabilmente essere quella di un costante ricercatore... ma molta di questa produzione continua ad essere generata da quel nucleo pulsante che si agita attorno al concetto di canzone... Ogni disco di Youngs sposta il baricentro rispetto al precedente e tuttavia ha il merito di muovere dallo stesso comun denominatore, un nucleo di sentimenti ed emozioni primordiali, pure, cristalline. Tutto questo è assai più evidente quando la materia sonora incisa da Youngs si fa disadorna e scarna per nutrirsi solamente di una chitarra acustica, qualche delay parcamente manipolato, alcuni effetti e la sua voce oramai non assimilabile a nient’altro se non alla voce di Richard Youngs. Nell'ultimo "Amplifying Host" (uscito come sempre su Jagjaguwar) a questi elementi si aggiunge anche la batteria di Damon Krukowski (ex Galaxie 500 nonché metà del duo Damon & Naomi).

E veniamo a loro, DAMON & NAOMI
Così la stampa sul recente "False Beats and True Hearts" (uscito per la loro personale etichetta 20/20/20, dopo innumerevoli pubblicazioni sulla prestigiosa Sub Pop):
"Damon Krukowski e Naomi Yang hanno scelto di celebrare le loro nozze d'argento artistiche nel modo che conoscono meglio: senza bolsi cerimoniali o stanche retrospettive, ma con l'ennesimo album di una serie che, dopo aver tratto le mosse dalla breve ma indimenticabile parabola dei Galaxie 500, ormai da quasi vent'anni vede il loro legame di coppia fedelmente riflesso in quello musicale. La loro ragione sociale di Damon & Naomi è ormai da lungo tempo garanzia di sfumature melodiche sognanti e grande raffinatezza nella scrittura e nell'arrangiamento di brani sempre ideati in punta di penna, realizzati con tutta la cura indispensabile per piccoli scrigni di emozioni, del tutto alieni dalle impellenze di un mercato discografico dal quale il duo ha ormai deciso da tempo di affrancarsi, per pubblicare i propri dischi attraverso la propria autonoma etichetta...
...sensibili fughe psichedeliche... languori crepuscolari e sinuose melodie, incastonate in arrangiamenti avvolgenti, sovente irrobustiti da una sezione di fiati che contribuisce a rendere l'atmosfera ancora più vellutata di quanto già non facciano le impalpabili interpretazioni di Naomi e quelle asciutte e trasognate di Damon... nel corso dell'album non mancano le classiche ballate sospese in un altrove spazio-temporale, in grado di offrire abbracci di suadente nostalgia sotto forma di armonie pianistiche.... in "False Beats And True Hearts" Damon & Naomi ritagliano trentotto minuti di musica e canzoni scritte per il solo gusto di farlo, che di certo non mancheranno di regalare nuovi momenti di soffice piacere ai loro appassionati cultori" Raffaello Russo, Ondarock, 7/10